Darling

di e con Sara Bosi
cura al movimento e alle coreografie Carlotta Bruni
supervisione artistica Pierfrancesco Favino

produzione Gli Ipocriti Melina Balsamo
in collaborazione con Scuola di formazione del mestiere dell’attore – L’Oltrarno


 

Un’unica interprete per quattro storie di quattro piccole grandi donne, diverse per sogni ed età.

La prima, una bambina-ragazza innamorata dell’amore che si trova di fronte all’emozione di ricevere in dono il suo primo anello. La seconda, una giovane anziana che realizza l’immobilità del suo essere quando, forse, è troppo tardi. La terza deve fare i conti con le ansie e le disillusioni scottanti di un amore finito per la volontà di chissà chi. La quarta è arrabbiata, triste, stanca.

Le domande che le quattro anime protagoniste del testo pongono quasi inconsapevolmente, sono universali, parlano infatti a donne e a uomini, e con loro si interrogano su cosa voglia dire “crescere” ed “essere” nella società e nei rapporti umani di oggi.

 

Darling è un leggero e variegato affresco sulle contraddizioni, gioie e dolori, bellezze e drammaticità, dell’amore.

spettacolo-Darling-foto-di-Noemi-Ardesi-22.jpg