Una Casa del Popolo di periferia semideserta: un vecchio che sfoga la sua rabbia e affoga le sue nostalgie in un flusso continuo di parole e di imprecazioni, annaffiandola di bicchierini di Fernet e di Nazionali esportazioni, avendo come unico interlocutore un cameriere intento a chiudere il locale.
Con questo testo Benvenuti si cimenta con il recupero di termini genuinamente dialettali (attinti dal mondo popolare e contadino) e con la creazione di un personaggio che rappresenta un “tipo” in via di estinzione: “il maledetto toscano”, perennemente in lotta con sé stesso e con il mondo, sboccato e irriverente, bestemmiatore e nostalgico, “rosso” e conservatore...